Il verde pubblico

Il verde pubblico rappresenta una delle componenti principali dello spazio pubblico e della rete ecologica che, penetrando all’interno del tessuto urbano, ne garantisce l’integrità territoriale e gli
effetti di sostenibilità rispetto ad alcune delle molteplici cause di inquinamento ambientale. Da un punto di vista più specificamente urbanistico, il verde urbano fa parte delle infrastrutture verdi e blu, le quali fanno da supporto a diverse funzioni ed attività urbane, da quelle sportive e ricreative
a quelle trasportistiche, contribuendo così, in maniera determinante ad un migliore funzionamento di tutta la struttura urbana ed in particolare alla rigenerazione delle aree periferiche. Il verde pubblico è un settore di intervento strategico per le Pubbliche Amministrazioni che  operano secondo un ampio ventaglio di provvedimenti per la cura di parchi e giardini. Un ventaglio che vede da un lato
l’applicazione rigorosa di efficaci protocolli di manutenzione e dall’altro la sperimentazione di un nuovo rapporto tra pubblico privato che favorisce la partecipazione dei cittadini alla gestione tramite i patti di collaborazione, anche per surrogare una cronica mancanza di risorse finanziarie.

Si sono anche sviluppati una filosofia ed un movimento che fanno del verde pubblico l’elemento caratteristico e caratterizzante delle cosiddette “Città Attive”, il cui livello di benessere, salubrità e sanità si è dimostrato essere nettamente superiore alla media. La pratica degli orti e dei frutteti urbani è inoltre molto diffusa e fornisce un contributo non indifferente alla filosofia e all’economia  agricola a Km 0.

Il verde è una componente essenziale dell’architettura urbana e la sua progettazione si avvale di un vasto repertorio di attrezzature e arredi, contribuendo in maniera determinante alla qualità paesaggistica dello spazio pubblico e della città nel suo complesso.

Progetti