FARE SPAZI PUBBLICI progetti e politiche di rigenerazione urbana sostenibile
MAKE PUBLIC SPACES projects and policies of sustainable urban regeneration

ROMA 25 - 27 MAGGIO 2017

Esito Call

Tutte le proposte pervenute sono in corso di validazione.

Laboratori Tematici

Rigenerazione

Riuso temporaneo

Catastrofi e ricostruzione

Open government

Verde e agricoltura

Integrazione multicultura

Nuove economie e lavoro

Scuola e città educanti

Sicurezza e resilienza

Progettazione e governo

Agenda Della Biennale - Viaggio nei comuni

  • Sellero (Brescia), 25 febbraio 2017 – Il percorso multisensoriale e ortoterapico della vasca S.E.B.

    Il 25 febbraio 2017 a Sellero, in provincia di Brescia, incontro di presentazione del percorso museale e del progetto di allestimento del sito orto – terapico per l’ex vasca d’accumulo SEB di Cedegolo, ex fornaci da calce di Sellero. La locandina

  • Roma, 26 febbraio 2017 – Alla scoperta del patrimonio sacro e religioso di Tor Pignattara

    Il 26 febbraio 2017 a Roma nel quartiere multiconfessionale di Tor Pignattara un viaggio nel patrimonio sacro e religioso: entrando in alcuni luoghi di culto, chiacchierando con i fedeli, si cercherĂ  di capire interazioni, conflitti e rapporti fra le varie realtĂ  religiose. Promuove assieme ad altri l’associazione per l’Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros. La locandina e il video che mostra le iniziative delle associazioni locali a Tor Pignattare in occasione della Biennale dello spazio pubblico del 2013.

  • Bari, 24 febbraio 2017 – Learning Coffee 2017

    Il Learning Coffee è un format di laboratorio partecipativo, ideato dall’Associazione Learning Cities, nel quale i partecipanti non sono solo spettatori, ma diventano attori di un’esperienza collettiva di apprendimento, di dialogo e confronto. Si tratta di un ciclo di incontri su temi specifici, declinati in base al tema generale scelto ogni anno dall’associazione Learning Cities. I temi puntano ad aprire un dibattito, nei territori in cui si realizzano i laboratori, sulla possibilitĂ  di migliorare il benessere delle comunitĂ  locale attraverso il coinvolgimento attivo della cittadinanza. I Learning Coffee per il 2017 sono dedicati ad esplorare il tema dello Spazio Pubblico, inteso non solo come spazio fisico e ne come proprietĂ  pubblica, quanto piuttosto come un ambito nel quale le persone e le comunitĂ  possono esprimere le proprie identitĂ , imparare dal passato, condividere il presente, disegnare il proprio futuro, confrontarsi, collaborare per l’interesse collettivo Il primo incontro è fissato è per il 24 febbraio 2017 presso la Scuola Open Source a Bari

  • Viterbo, 24 febbraio 2017 – Il primo di tre incontri per il centro storico

    Il prossimo 24 febbraio 2017 in programma il primo di tre incontri di dibattito sulle possibili strategie per riorganizzare il centro storico di Viterbo. Organizzano il Comune e l’Ordine degli architetti locale. La locandina

  • Salerno, 24 febbraio 2017 – Master Architettura Ambiente di New Italian Blood

    Il MasterLab Architettura|Ambiente dell’associazione no profit New Italian Blood, a Salerno, analizza il contesto e propone soluzioni per la rigenerazione urbana, paesaggistica e socio-economica dei 100km di preziosi waterfront campani: Litorale Domizio e Costa Sud Salerno. Inoltre il MasterLab sviluppa progetti architettonici e paesaggistici per il recupero e riuso dei beni confiscati in collaborazione con Comuni e Agenzie. Si realizzeranno una serie di Laboratori nei mesi di febbraio, marzo e aprile sui predetti temi. La locandina del Laboratorio del 24 febbraio 2017

  • Roma, 14 febbraio 2017 – La cittĂ  si vede meglio dalla periferia

    La locandina e le informazioni sul seminario in programma il 14 febbraio 2017 a Roma su sviluppo locale, lavoro, economia circolare, spazio e patrimonio pubblico organizzato dal Coordinamento periferie di Roma

  • Imperia, 18 febbraio 2017 – Progetto Switch

    SWITCH è un progetto sperimentale promosso dall’Ordine Architetti della provincia di Imperia per rigenerare il patrimonio dismesso della Liguria attraverso il riuso temporaneo dei beni e la partecipazione attiva dei territori locali. L’idea di SWITCH nasce dalla consapevolezza che un vero cambiamento culturale per rigenerare le cittĂ  e innescare nuove forme di economia può arrivare solo attraverso la Collaborazione, la Contaminazione reciproca e la Condivisione delle scelte. Il 18 febbraio 2017 si tiene il primo incontro di sperimentazione del processo avviato nell’estate 2016  sul riuso del deposito franco ex S.A.L.S.O., ad Imperia Porto Maurizio. Di seguito tutti gli snodi: (altro…)

  • Fare spazi pubblici, la call sui media

    L’attenzione dei mezzi di comunicazione al lancio della call “Fare spazi pubblici” che rappresenta l’avvio del percorso della quarta edizione della Biennale dello spazio pubblico. Tra gli articoli quelli di  Ingenio, Architetti.com, Edilportale, Sole 24 Ore e Impresedili e l’approfondimento di Massimo Alulli dal Sole 24 Ore

Rassegna Video

Rassegna video biennale spazio pubblico 2015

Carta spazio pubblico

carta-spazio-pubblico.jpg (286.720 bytes)

Cerca nel sito

Rassegna stampa e segnalazioni

  • Coinvolgere tutti, soprattutto i giovani, nella creazione di una cultura nuova dove l’accessibilitĂ  sia non solo giusta, ma anche attraente e contagiosa: in una parola, “cool”. E’ il senso della campagna “Accessibility is cool” creata dall’associazione Movidabilia di Lecce e sostenuta dalla Fondazione con il Sud. L’articolo del Corriere della Sera

  • Sono numerose le esperienze su cui le cittĂ  campane stanno efficacemente collaborando con altre realtĂ  urbane europee nell’ambito di Urbact III e Urban Innovative Actions, definendo strategie d’azione capaci di costituire un modello per altre realtĂ  urbane della regione. L’articolo del Sole 24 Ore

  • In piazza Risorgimento nel capoluogo piemontese previsto un “passaggio di consegne”. A metĂ  marzo Planet, l’azienda che ha portato avanti la sperimentazione della «piazza smart», la lascerĂ . VerrĂ  chiesto ai cittadini di occuparsene. L’articolo de La Stampa

  • La street art come rigenerazione sociale e del territorio. E’ l’obiettivo che si sono prefissi gli artisti della “Street Art School” di Cosenza, attiva dal 2015 alla CittĂ  dei Ragazzi, dove tengono dei veri e propri corsi di writing e graffiti molto seguiti soprattutto dai ragazzi dai 10 ai 16 anni e, successivamente aperti anche agli adulti. La presentazione del progetto al Comune. L’articolo di Cosenzainforma

  • Un esempio di urbanistica partecipata è l’impegno delle associazioni attorno al recupero dell’ex Filanda Giammaria a Pescara. L’articolo di pescaranews