Single Blog Title

This is a single blog caption

Stampaxi tweet

Un progetto di osservazione dello spazio della città
Sardarch, laboratorio di ricerca sui fenomeni di trasformazione urbana e territoriale, lancia “Stampaxi tweet”, nuova fase del progetto Stampaxi+. Con l’iniziativa il progetto si apre alla collaborazione di quanti vogliano offrire un proprio personale racconto del quartiere di Stampace alto a Cagliari.

Stampaxi+ (prusu) è un progetto di osservazione dello spazio della città, una ricerca sui nuovi modi di utilizzo dello spazio comune e privato da parte dei suoi protagonisti: gli attori urbani. Con questa nuova fase, il progetto Stampaxi+ sperimenta un coinvolgimento diretto da parte degli abitanti del quartiere di Stampace (gli attori urbani) sfruttando le potenzialità che offrono la connessione internet sui telefoni smartphone e i social network (Twitter e Facebook).

L’obiettivo della fase “Stampaxi tweet” è creare un punto di vista comunitario sulla realtà e sull’utilizzo del quartiere, attraverso la costruzione di una identità digitale di Stampace, partendo dalle opinioni e dal punto di vista dei cittadini.

Il progetto prende spunto dall’esperienza dell’ufficio del turismo Svedese (VisitSweden). Per promuovere il Paese, è stato creato un profilo Twitter condiviso, usato a turno ogni settimana da semplici cittadini per raccontare la propria nazione. allo stesso modo Sardarch ha deciso di creare un account su Twitter: @StampaxiPrusu, per raccogliere le esperienze degli attori urbani e per interagire con quanti vogliono dare il proprio contributo a una nuova lettura del quartiere a partire dai tweet.

Il tweet diventa un mezzo diretto che l’attore urbano utilizza per leggere e indagare il quartiere, leggere la realtà in modo istantaneo e condividerla immediatamente senza necessità di conoscere i propri interlocutori direttamente ma, allo stesso tempo, garantendo un confronto diretto grazie alla possibilità di risposta immediata.

Nei prossimi giorni il collettivo Sardarch individuerà tra i partecipanti alle fasi antecedenti del progetto gli attori urbani che parteciperanno all’iniziativa selezionando tra i seguenti profili: una famiglia stampacina, uno studente immigrato, un sacerdote, un’associazione, un lavoratore, un teenager, un creativo e una famiglia straniera.